Presidenti degli anni 80


1980-1981  Presidente Carlo Alberti

Anno ricco di iniziative. Ricordiamo il meeting dedicato alla “Tettoia” del lungolago di Intra. Alla presente delle autorità cittadine viene presentato un approfondito studio sulla storia, sull’architettura e sul possibile recupero di questa costruzione.

In occasione del quinto anno di attività del servizio del Libro Parlato è pubblicato (in collaborazione con il Lions Club Gallarate) il libro “Come educare nostro figlio cieco. Guida per i genitori” che viene presentato in un meeting con la partecipazione del Presidente nazionale dell’Unione Italiana Ciechi.

Altra iniziativa daricordare è la pubblicazione del volume “Intra canta” in occasione del centenario del Coro Polifonico San Vittore di Intra, celebrato con una memorabile serata al Teatro Sociale.

Ancora da ricordare l’interessantissima visita all’Euratom di Ispra e alle Valli di pesca del Polesine.

Viene proclamato “cittadino benemerito” la Prof.ssa Livia Tonolli, Direttrice dell’Istituto di Idrobiologia di Pallanza.

 

1981-1982  Presidente Mario Nerini

L’anno inizia con la triste commemorazione del Socio Alfredo Pariani che doveva essere il nostro Presidente in questo anno.

Molte le iniziative che affrontano i problemi socio-economici della città. Di particolare rilievo la serata dedicata alla “protezione civile” nel Ticino, illustrata dal Magg. Carli delle FF.AA. elvetiche.

Viene solennemente celebrato il ventennale della  Charter.

Al Congresso di St. Vincent il Servizio del Libro Parlato viene dichiarato “Service Distrettuale”.


1982-1983  Presidente Alfredo Guzzo

E’ un anno dedicato soprattutto al potenziamento del Servizio del Libro Parlato e alla messa a punto di un nuovo service: una scuola di sci per i ciechi.

Vengono svolti intermeeting sia con il Rotary Pallanza-Stresa sia con i Club della Zona. Da ricordare quello con Domodossola sul problema della Voltri-Sempione e la serata con l’attore Ernesto Calindri.

Ancora da ricordare le “Giornate internazionali di studio sulla prevenzione della carie” svolte a Stresa sotto il patrocinio del Distretto.

1983-1984  Presidente Ettore Grimaldi

Viene presentato ufficialmente, in un intermeeting con il Pnathlon,il “Servizio per lo sci a favore dei non vedenti”, patrocinato dal nostro Club in collaborazione con il C.A.I. di Intra.

Questo è anche un anno di riflessione che vede il Presidente impegnato a dare regolamentazione alla vita del Club e al Servizio del Libro Parlato.

 1984-1985  Presidente Emiliano Bertone

In questo anno viene ufficialmente inaugurata la Sede, completamente rinnovata, del “Libro Parlato” e del Club.

Particolarmente da ricordare la conferenza del Gen. Viviani sui nostri servizi segreti e la messa in opera, presso ‘Asilo per l’infanzia di Intra, di una lapide a ricordo perenne del Socio Giovanni Fasana, che per tanti anni ne era stato presidente ed animatore.

 

1985-1986  Presidente Franco Fonio

Proseguendo nell’opera di servizio del nostro Club per la Città, viene impostato e realizzato il “Libro bianco sull’Ospedale di Verbania” presentato alle Autorità regionali, provinciali e comunali ed alla cittadinanza tutta.

All’inizio dell’anno sociale, in occasione della sua venuta in Italia, il Presidente internazionale dei Lions Club, Joseph L. Wroblewski, visita la sede del nostro Club e del Servizio del Libro Parlato.

 

1986-1987  Presidente Tomaso Rodari

L’annata inizia con il raduno dei donatori di voce, con una nutrita partecipazione di questi amici del Libro Parlato ed alla presenza delle Autorità lionistiche.

Si celebra il quinto anniversario della attività della nostra Scuola per sciatori ciechi, cn una dimostrazione pratica sui campi di sci di Macugnaga.

Il service dell’ano è dedicato ai Comuni Montani, come possibili protagonisti del rilancio dell’economia del V.C.O.

L’annata si chiude con la celebrazione del 25° della Charter.

 

1987-1988  Presidente Luciano Rapp

Il Club si fa promotore della proposta di trasferimento del Museo del Paesaggio alla villa San Remigio: la proposta viene illustrata e discussa in un meeting in cui intervengono Autorità regionali e locali.

Viene attivato il computer presso la sede del Libro Parlato e viene quindi dismesso il servizio gratuitamente prestato dal Centro elaborazione dati della Banca Popolare d’Intra, a cui viene consegnata una targa di ringraziamento.

E’ inaugurata la nuova (ristrutturata) sede del Servizio del Libro Parlato e del Club e viene nominato Socio Onorario l’Avv. Josephus De Pont, Presidente della Fondazione Hollman.

 

1988-1989  Presidente Giuseppe Margarini

Viene ristampata la raccolta di poesie “Rime e Ritmi” del Dr. Giovanni Battista De Lorenzi, a ricordo del nostro primo Presidente Avv. Giovanni De Lorenzi.

Il ricavato viene devoluto per metà all’Asilo Parrocchiale S. Bambino e l’altra metà alla Casa di Riposo “Maurizio Muller”.

Con il contributo finanziario del Club, che se ne è accollata la spesa totale, viene restaurato il dipinto “San Vittore a Cavallo”, in occasione delle celebrazioni Ranzoniane.

Conferenza di Don Claudio Mariani sui 50 anni dalla istituzione città di Verbania con la pubblicazione del quaderno “Verbania, briciole di storia”.

Costituzione dell’Associazione amici del Libro Parlato, quale supporto operativo e finanziario del medesimo.

 

1988-1990  Presidente Enzo Bianchi

Si commemora il centenario della morte del pittore intrese Daniele Ranzoni.

Viene ampiamente illustrato il legame fra la città di Verbania ed il Collegio Santa Maria.

E’ lanciato il Service: ”La decorazione pittorica sulla facciata dell’edificio borghese”.